mercoledì 5 dicembre 2012

RISTAMPATO IL 18° VAMPIRO




























Correva l'anno 2009 e in una estate torrida e a suo modo unica (sarà la quiete prima della tempesta per il sottoscritto e una persona a me molto cara) scoprii uno scrittore emiliano che sapeva mirabilmente raccontare storie di vampiri, alquanto orrorifiche e melanconiche, ambientate nella sua singolare terra natia.
Il suo nome è Claudio Vergnani.
Accolgo con grande soddisfazione la notizia della ristampa in pocket da parte di Gargoyle Books del suo primo imperdibile romanzo della trilogia "vampirica": Il 18° Vampiro.
Colgo anche l'occasione per segnalare nuovamente la mia recensione al libro e una interessantissima intervista all'autore allegata all'articolo
Ovviamente, con un prezzo ancora più abbordabile, consiglio caldamente l'acquisto a chi se lo fosse perso finora.
Take care!

5 commenti:

Nick Parisi. ha detto...

E' infinitamente meglio la copertina del POCKET rispetto a quella - abbastanza anonima - della prima edizione.

Glauco Silvestri ha detto...

Ottima iniziativa... ma io preferivo la copertina originale. Questa richiama troppo le innumerevoli cover (tutte uguali) di romanzi horror-fantasy che si vedono in circolazione.

EDU ha detto...

Eheheheh!!!
Avete pareri discordanti ma quello che rimane è il contenuto del libro e su quello penso siamo tutti d'accordo.

Donata Ginevra ha detto...

anche a me piace di più la copertina originale, ma quel che conta è il contenuto, non il contenitore, e su qst nn ci piove ;)
Edu, la storia sui treni fantasma non è ancora finita...finora mi sono solo "scaldata". Ho in serbo altre due puntate, due indagini sul campo che ho effettuato...pazienta un po', ne varrà la pena. E intanto leggiti, se non l'hai fatto, il penultimo post che ho scritto sull'indagine al castello di san Pelagio con un gruppo di ricercatori del Paranormale che operano nel padovano. Sono certa ti potrebbe piacere assai. Buona serata!

angie ha detto...

Bellissima recensione e bellissima intervista. Non l'ho letto, e tu mi hai incuriosito molto..
Semmai lo regalerò a me stessa.
Ciao
Angie