mercoledì 4 novembre 2009

IL MISTERO DELLA VILLA INFESTATA CHE NON ESISTE

Girovagando come al solito per il web mi sono imbattuto, per caso, in un sito interessantissimo e controverso allo stesso tempo: NERO GOTICO.
Si tratta di un portale dedicato all’investigazione e alla catalogazione di alcuni luoghi infestati sia della Campania che della Basilicata.
Visto che nel mio piccolo sto cercando di catalogare (nel Blog) alcuni misteri irrisolti o poco conosciuti della mia regione, mi fiondo nella lettura con grandi aspettative.
Clicco e rimango estasiato:
c’è una bella lista di posti infestati e misteriosi.
Ecco alcuni titoli:
Casina Reale-Fossa dei sepenti (Provincia di Sa.)
Villa Santoro ( Selva Nera provincia di Sa)
Ottimo.
Apro il primo link e mi ritrovo davanti agli occhi un nome quantomeno suggestivo e spettrale: VILLA LAMAS, (Provincia di Salerno).
“Mizzica!” Esclamo.
C’è una casa infestata dalle mie parti e non ne so nulla.
Mi ci fiondo con l’acquolina alla bocca.
Ci sono alcune foto e una sommaria descrizione:
"In piena campagna, in un luogo alquanto impervio e dove il sole ben poco appare, quasi del tutto immersa tra cespugli e rovi si trova questa antica villa. Circa una ventina di anni fà vi abitava solitaria una ricca signora. Dopo la sua morte la casa rimase del tutto abbandonata, tuttavia alcune persone che abitavano nelle vicinanze più volte vedevano una luce molto tetra provenire da una piccola finestra con grate, al pian terreno all'interno di questa angusta stanzetta abbandonata da tempo immemore, non vi è assolutamente nessuna lampada e la corrente è stata staccata ormai da anni, ciò che più colpisce sono alcuni strani disegni realizzati vicino al muro."
Rimango stranito.
Non c’è indicato nessun paese, né un indirizzo o comunque un’indicazione che riveli la posizione della fantomatica Villa.
Non mi arrendo.
Inserisco Villa Lamas nel motore di ricerca di Google.
Prima delusione:
tranne l’indirizzo di Nero Gotico non c’è traccia di nessuna villa antica con quel nome.
Faccio altri tentativi ma non ottengo nulla.
Villa Lamas non esiste sul web.
Eppure sul sito di Nero Gotico ci sono foto e testimonianze molto precise.
Eccone alcune:
"Antiche dicerie popolari parlano di un figlionato con orribili malformazioni e che questa donna decise di tener segretamente nascosto proprio in questa stanzetta, per paura del disonore che ne fosse derivato quando la cosa sarebbe diventata di dominio pubblico. Alcune persone anziane che ricordano ancora i tempi in cui quella casa era abitata dalla donna, ci hanno parlato di urla disumane che provenivano dal pian terreno...urla che ancor oggi riaffiorano in alcune fredde notti!"
Per carità.
Bellissime descrizioni, degne di una Ghost Novel ottocentesca, ma come già in precedenza non ci sono nomi, e le testimonianze vengono riportate senza citare alcuna fonte.
Poi sempre sul sito, due precisazioni che alla fine non so come interpretare:
"Attendibilità storica:
si tratta di una casa che era abitata da una donna strana e misteriosa e dalla sua morte è stata totalmente abbandonata.
Visitabilità:
si tratta di una proprietà privata, gli eredi parlano mal volentieri della loro parente e sono del tutto contrari a visite di curiosi attratti da questa oscura leggenda!"
Ok, bene.
I proprietari non vogliono essere disturbati.
Siamo d’accordo.
Ma dove si trova?
Possibile che una proprietà privata così antica e con una storia così tragica e ( a quanto ho capito) popolare non abbia nessun riferimento preciso in internet nemmeno su Google Map?
Nessun giornale che ne parli nella cronaca locale?
Nessun sito che ne racconti la storia?
Sbuffo tutta la mia frustrazione.
Non basta.
Ciliegina sulla torta, la testimonianza (degna di un film horror) di un fantomatico Giuseppe, collaboratore di Nero Gotico, che potete leggere da soli a questo link:
http://digilander.libero.it/agostinolisanti/lamas.html
Faccio un appello:
Cari amici di Nero Gotico.
Qui al MONDO DI EDU, sia io che i miei lettori siamo grandi amanti delle storie” vere” di fantasmi e infestazioni.
Ma noi amiamo i particolari attendibili e le fonti.
Qualora ve la sentiate fateci avere maggiori dettagli su questa VILLA LAMAS.
Lo spazio di questo blog sarà tutto per voi.
Promesso.
Non ci contiamo
Fatevi sentire…

N.B. Le foto allegate al post sono state prese dal sito di NERO GOTICO.

4 commenti:

Alex McNab ha detto...

Non è che si tratta di una sciocchezza inventata di sana pianta? A me è successo un paio di mesi fa: avevo trovato un articolo riguardante un fantomatico paese in cui c'erano delle "strade che sparivano" (leggenda metropolitana già sentita vagamente altre volte).
Ho fatto mille ricerche, senza trovare nulla, nulla, nulla, se non altri link che riportavano a quello iniziale.
Conclusione: quello che non è rintracciabile in rete, per me non esiste (parere personale, ma molto verosimile, credo...)

eddyworld ha detto...

Me lo chiedo anch'io.
In effetti questa storia è curiosa:
una Villa infestata con tanto di foto e storia tragica alle spalle che non si trova sul web.
Non vi è traccia negli archivi, nei magazine, nei siti specializzati in misteri etc.
Strano, molto, strano.
A queato punto mi sbilancio:
o è un Mistero con la M Maiuscola oppure è una bufala bella e buona.
Solo i membri di Nero Gotico potranno dissipare questi dubbi.
Mi pace molto la frase che hai utilizzato: "Quello che non è rintracciabile in rete,non esiste".
La condivido in pieno.
Ottima. ^___^

Alex McNab ha detto...

eh, mi sa che oramai è proprio così! E vale anche per le persone: se non risulti dai motori di ricerca, vuol dire che sei fuori rete... quindi fuori da uno dei due mondi in cui attualmente viviamo: reale e virtuale.
Riguardo alla villa, se trovi qualche novità aggiornami. Viceversa io la farei rietrare nelle bufale clamorose :-P

eddyworld ha detto...

Concordo Alex.
Di questi tempi se non esisti sul web hai una non-identità.
Appena so qualcosa su questa Villa Lamas di sicuro pubblico un altro post.
Grazie come sempre per l'attenzione. ^__^