martedì 16 ottobre 2012

SPETTRO FAMILY & VADE RETRO RECORDS

Come ho già raccontato in un altro post tra la fine degli anni '80 e l'inizio degli anni '90 era difficile reperire “certa” musica rock nelle mie zone soprattutto per la mancanza di negozi specializzati.
Per poter soddisfare la propria sete di nuove e vecchie uscite si faceva ricorso al tape-trading, il classico scambio di cassette tra appassionati.
Un modo economico e veloce per poter ascoltare più dischi possibile senza dissanguarsi. Quel fenomeno si è ormai esaurito da più di un decennio. Ora c'è il web che mette a disposizione degli appassionati una caterva di informazioni, video, album in streaming, download illegale e legale e chi più ne ha più ne metta.
Ma la musica che gira sul web è davvero un panorama sconfinato e labirintico. C'è sul serio da perdersi nella marea di gruppi e progetti da ogni parte del mondo.
Eppure, cosa alquanto sorprendente se non ironica, c'è un progetto di Horror Music (o meglio di Horror Rock che è definizione che qui ci piace tanto...) nato a pochi km da casa mia che praticamente mi è rimasto sconosciuto fino a ieri sera! Parliamo degli Spettro Family, monicker agghiacciante dietro il quale si cela un oscuro figuro, che preferisce rimanere nell'ombra, e che gestisce anche un'etichetta discografica sempre a tema: la Vade Retro Records.
Lascio a questa one man band lo spazio di presentarsi almeno per quello che ci è dato sapere:

”Il progetto è nato nel 2008 a Salerno e l'idea del nome viene dal palazzo dove abito. Ho sempre avuto la sensazione vi fossero presenze occulte. Negli anni sono accaduti strani fatti come fughe di gas (senza trovarne la causa), allagamenti, ed altre cose davvero inquietanti.
Quindi questi fatti più la mia fantasia hanno portato al nome Spettro Family: qualcosa che desse l'idea di un posto posseduto o in decadenza. Registro principalmente con Sinth analogici su multitraccia a cassette. A volte inserisco field recordings e campioni con il Pc 
II genere che suono si può' definire come horror/electronics (termine inventato da Burial Hex) o Prog apocalittico”. 

Come recita la scarna bio del gruppo non si sa molto della  enigmatica figura che si cela dietro questo solo project, a parte che non ama molto l'aglio e gli piace fare lunghe passeggiate di notte nei boschi.
Sui primi dischi degli Spettro Family non si legge alcuna notizia o informazione relativa al musicista coinvolto nel progetto ma col tempo è risultato abbastanza evidente che costui e il gestore della Vade Retro Records sono la stessa persona o almeno così sembra...
Come definire la musica degli Spettro Family?
Mettiamola così: se amate le colonne sonore di Fulci, i Goblin, il Progressive più sulfureo e la musica minimale allora avrete un'idea abbastanza chiara del progetto. Giovedì 25 Ottobre l'oscuro figuro dietro questo “spettrale” progetto sarà ospite del nostro programma radio Moshpit e si esibirà in diretta, davanti alla webcam, indossando una maschera e presentando le sue sinfonie dell'orrore
Di seguito discografia degli Spettro Family e videoe foto di alcuni progetti targati Vade Retro Records:

2009 - Spettro Family - untitled - tape - (Vade Retro) 
2010 -Spettro Family- strigoi - tape (Vade Retro)
2011 - Spettro Family -strigoi- vinyl 7" 33 rpm (Vade Retro)
2011 - Spettro Family -candelora tape album on Brave Mysteries label
2011 - Burial Hex - book of delusions official remix (Brave Mysteries)
2012 - Spettro Family - la famiglia spettro - incoming 10" vinyl album on Tut/Rur abel Halloween
2012 - Spettro Family - rio lapis - tape (Black Horizons ) vinile 12" one side - nome e data da stabilire (prison tatt records ).


1 commento:

Donata Ginevra ha detto...

Wow!! ottima segnalazione Edu!