mercoledì 4 maggio 2011

RISTAMPATI I LIBRI DI SANGUE

La notizia non è proprio della prima ora ma mi preme segnalarla lo stesso sul blog per una serie di motivi:
1. Barker è uno dei miei scrittori preferiti in assoluto nel genere Horror.
2. I Libri di Sangue seppur discontinui come qualità, hanno segnato indelebilmente il mio immaginario di adolescente.
3. Tutti i libri di Barker sono praticamente introvabili in libreria anche se tra bancarelle e siti di vendita dell'usato qualcosa ancora si trova.
4. Hellraiser è un fottuto capolavoro del cinema horror che non ammette goffi o grotteschi ripensamenti.
Mi fermo qui.
Passo al comunicato stampa dal sito di Castelvecchi:

Autore: Clive Barker
Libri di sangue
Le stelle della morte

«Clive Barker è talmente bravo da lasciare senza parole. Fa sembrare noi scrittori come gente che ha dormito dieci anni e si è appena svegliata» Stephen King

collana: Narrativa | 256 pag | 2011
Prezzo di Copertina: € 16,50

“Ho visto il futuro dell’horror, il suo nome è Clive Barker”, scriveva quasi vent’anni fa Stephen King. Gli anni sono passati e Clive Barker di strada ne ha fatta tanta, da scrittore a regista, da pittore a produttore di successo. Autore di celebri icone del cinema quali Pinhead, il demone per eccellenza di Hellraiser, o del killer sanguinario Candyman, Barker ha esordito con una serie di raccolte di racconti – scelta indubbiamente atipica – che hanno rivoluzionato un genere e portato “sangue fresco” a tutti gli amanti della buona letteratura. In questo volume, il primo della serie Libri di sangue, premiato con i prestigiosi British e World fantasy Award e portato sul grande schermo dal regista John Harrison, faremo la conoscenza con la dottoressa Mary Florescu, il cui esperimento parascientifico, condotto assieme al giovane medium Simon McNeal, darà il via a una girandola infernale che coinvolge i vivi e i morti e ci farà scoprire come mai possiamo dirci tutti “libri di sangue” «Definire Clive Barker uno “scrittore horror” è come chiamare i Beatles una “garage band”» Quentin Tarantino «Uno scrittore potente e affascinante con una brillante immaginazione…un narratore eccezionale» James J. Ballard

Clive Barker Nato a Liverpool nel 1952, è considerato uno dei massimi esponenti del new horror, nonché uno dei pochi autori in grado di trascinare il genere fuori dalla sua nicchia di appassionati. Dopo la serie dei Libri di sangue, Barker ha scritto numerosi altri romanzi – tra i suoi tanti titoli di successo: Schiavi dell’inferno (1986), Cabal (1988), Sacrament (1996), Galilee (1998, Il canyon delle ombre (2001), Abarat 2002) – e saggi, scritto, diretto e prodotto film – indimenticabile Hellraiser. Non ci sono limiti (1987) – e videogiochi. Attualmente vive a Los Angeles, assieme al compagno e alla figlia di lui.
Il suo sito internet è: www.clivebarker.info

Di seguito un brano degli svedesi Entombed che rifanno a modo loro il main theme del film di Barker composto da Christopher Young (Hallowman Ep, 1993).


Torna dopo una lunga pausa DISFUNZIONI SONORE, il blog musicale di EDU sul Vero Rock. Notizie, recensioni, interviste, video e tanto altro:

6 commenti:

Nick ha detto...

Ah quanti ricordi. Mi sembra di tornare alla fine degli anni ottanta, quando i volumetti Bompiani,con i loro titoli indecenti tipo INFERNALIA mi spalancarono un modo diverso e migliore di intendere l' Horror. Peccato che Barker, negli anni si sia un po perso per strada, però in definitiva tutti noi gli siamo debitori per intuizioni come I LIBRI DI SANGUE.

EDU ha detto...

Nick, non sono tipo da rinnegare le mie radici culturali giusto per attirare qualche commento in più.
Io sono ancora prepotentemente innamorato dell'immaginario horror con cui sono cresciuto: Dylan Dog, S.King, Barker, il Metal orrorifico e tanto altro.
Ovviamente parlo del Barker dei Libri di Sangue, Cabal, Apocalypse etc.

Nick ha detto...

A me Apocalypse è sembrato uno dei migliori romanzi mai scritti per l' horror, il seguito Everville, scritto qualche anno dopo era invece immondo. Infatti dopo di quello Barker non è più riuscito a concludere la trilogia di The Art.
Darei non so cosa per potermi ritrovare davanti il Barker di Apocalypse, credimi. ;)
Io come te, spero che il vecchio leone riesca prima o poi a regalarci qualche nuova zampata.

EDU ha detto...

Non credo che Barker ritornerà all'Horror tanto facilmente. Del resto quei romanzi che a noi piacciono tanto, erano legati a un immaginario tipicamente anni '80 (compresi i suoi film).
Neanche King scrive più romanzi come Shining o Misery (purtroppo...)
Ma mai dire mai. ^__^

Fra Moretta ha detto...

Per me "I libri del sangue" contengono alcune delle gemme della produzione di Barker.(Ripenso a "Resti Umani" il primo che ho letto)Di Barker ricordo poi con piacere le serie antologiche "Hellraiser" e "Tapping the vein" in cui compaiono mostri sacri del fumetto come Bolton e Wrightson.

EDU ha detto...

@Fra
Assolutamente d'accordo.
Ottima segnalazione.