mercoledì 17 agosto 2011

ROCK DI NUOVO IN LIBRERIA!

È da poco uscito Malapunta di cui parleremo a breve con una apposita recensione, ed è già tempo di parlare di un nuovo libro di Danilo Arona.
Si tratta della ristampa di Rock, romanzo on line pubblicato originariamente sul sito di Horror.it e che può essere tranquillamente considerato come un ebook ante litteram, in un periodo in cui il tema non era ancora di forte attualità (parliamo dei primi anni del ventunesimo secolo).
Non a caso, come riportato sul sito dell’autore di Bassavilla, è stato scaricato (gratuitamente) ben 6000 volte.
Dopo essere stato ristampato dalla Solid Books in versione cartacea è prevista una nuova versione a breve nella collana Calliphora della casa editrice Edizioni della Sera, la quale si occuperà di manoscritti di autori italiani che daranno voce al lato più inquieto della psiche umana.
Di seguito il comunicato stampa ufficiale.
Non ci resta che attendere di mettere le grinfie su questo nuovo/vecchio romanzo horror rock di Arona.
Ovviamente non ce lo faremo scappare e ne riparleremo appena possibile.
Intanto beccatevi la sinossi:
“Si erano disintegrati tutti, i tre banditi e i due ostaggi. Si era disintegrata la donna dallo sguardo mite e rassegnato, Edda, e si era disintegrata Maria Luisa, che aveva solo diciott’anni, era carina e scura di capelli, e teneva sino a qualche istante prima le mani giunte per pregare il suo Dio cieco e sordo. Rudi quella sera non riuscì a terminare la cena e vomitò quel poco che aveva trangugiato. Poi, durante la notte, a letto, sentì le urla. Giovani donne imprigionate da qualche parte sotto la terra. Quando arrivò la luce, le urla cessarono. Nella luce vide un serpente, smisurato e orribile. Il mostro spalancò la bocca e in quella cavità che alitava veleno Rudi Marconi riconobbe la nera faccia di Sam Hain, il cranio rasato ricoperto dalla tuba, il manico della chitarra Fender che grondava sangue…”

2 commenti:

angie ha detto...

Sono Angie, ho verificato il link che hai lasciato sul mio articolo fantasmi infernali, molto interessante, la persona che ha acquistato la villa, deve amare il mistero, proprio come noi, spero per lei che i fantasmi siano buoni e non infernali.
Ti ringrazio tanto per la tua segnalazione.
Un cordiale saluto.

EDU ha detto...

Ciao Angie
Ci avrei scommesso che l'articolo sarebbe stato di tuo gradimento.
Io amo il mistero proprio come te ma non sono tanto sicuro che avrei il coraggio di abitare in una casa infestata. ^__^
Grazie a te.
A presto!