sabato 26 novembre 2011

DYLAN DOG: DUE BREVI RECENSIONI

DYLAN DOG N. 302/DELITTO PERFETTO - BRINDISI, MIGNACCO (BONELLI, 2011)

Forse sarà che sono un fan sfegatato di Bruno Brindisi (e delle sue matite) da quasi venti anni. Forse sarà che quel titolo e quello Yeti in copertina già mi ispiravano quando li ho adocchiati sul sito di Bonelli. Forse sarà che Mignacco ha costruito una storia che mischia qualcosa dei vecchi albi di Dylan Dog (il serial killer, il mostro inafferrabile, un giallo da svelare, un cattivo che davvero taglia le pagine...) con una trama originale che ha molto a che fare con la realtà attuale del web e dei forum (e ci ho visto anche una non velata "presa di posizione"), ma questo "Delitto Perfetto" mi ha davvero portato indietro nel tempo quando compravo un albo di Dylan e sapevo che avrei passato un'oretta di assoluto godimento. Cibo per il cervello e cibo per la fantasia. Stavolta il numero 302 merita e anche tanto. Chi se l'è perso ha fatto davvero, davvero male.


DYLAN DOG N. 300/RITRATTO DI FAMIGLIA - STANO, RUJU (BONELLI, 2011)

Si sa il numero di Dylan Dog a due zeri è sempre un evento atteso con trepidazione e molta curiosità. Stavolta ad occuparsi del numero speciale tutto a colori è stato lo storico "copertinista" Angelo Stano mentre soggetto e sceneggiatura sono affidati allo storico autore Pasquale Ruju. Cosa dire che non è stato già detto? Difficile. Le origini dell' Indagatore dell'incubo anche stavolta non vengono svelate in toto. C'è qualche riferimento a vecchi albi (Morgana, L'Alba dei Morti Viventi) ma il "Ritratto di Famiglia" sbandierato nel titolo non è purtroppo delineato come ci si attendeva. Rimane una lettura godibile, con ottimi disegni a colori e qualche escamotage inedito (Stano è coprotagonista della storia) ma chi si attendeva nuovi retroscena sulla vita dell' Old Boy rimarrà quantomeno deluso. Per il resto numero storico da avere assolutamente.

3 commenti:

Masca Micilina ha detto...

Sul numero 302 potrei anche essere d'accordo ma sul 300 assolutamente no. E' una cosa insulsa....

angie ha detto...

Non me ne perdo uno da anni, ormai, ho acquistato oggi il divoratore di ossa, l'hai letto?
Ciao Angie

EDU ha detto...

@Angie
Non l'ho ancora preso. A breve lo compro di sicuro. La trama è davvero interessante.